Cerca
  • Maniola Smart Sensing

Fase 2. Focus sulla ripartenza in sicurezza delle strutture ricettive.

La fase 2 entra nel vivo. Da oggi potranno riaprire gran parte delle attività commerciali in Italia. Si parte con negozi, bar e ristoranti e si proseguirà con musei, palestre e piscine. Anche il turismo è in ripartenza, dopo la difficile situazione d’emergenza che l’intero Paese – e non solo – si è trovato ad affrontare.


Pensiamo alle strutture ricettive. Uno dei nodi cruciali della ripartenza è legato all'efficacia delle misure di prevenzione della diffusione del virus, allo scopo di tutelare la salute degli ospiti e dei collaboratori e di realizzare l’equilibrio necessario per garantire l’erogazione del servizio in condizioni di sicurezza e sostenibilità, evitando di snaturarne le caratteristiche. A tal proposito, lo scorso 15 maggio sono stati presentati i risultati della ricerca promossa da Fondazione Saccone, Federalberghi Salerno e ConfCommercio sede di Salerno sul consumatore Post Covid-19, con focus sul settore alberghiero ed extra-alberghiero. Otre a poter contare su sconti dedicati (21%) e cancellazioni flessibili (19%), il 43% degli intervistati ha dichiarato che maggiori procedure di sicurezza lo convincerebbero ad andare in una struttura ricettiva.

Il consumatore post covid-19. Fondazione Saccone


Ma in che modo si può garantire la sicurezza in tempi così incerti? Federalberghi, Confindustria alberghi ed Assohotel hanno inviato al Governo ed alle Regioni un protocollo nazionale in tema di prevenzione contro la diffusione del covid 19 nelle strutture ricettive, il Piano Accoglienza Sicura, che suggerisce quali misure poter adottare durante i vari processi di erogazione del servizio alberghiero. Oltre a quelle di carattere generale ormai ben note a tutti (rispetto della distanza interpersonale, percorsi differenziati di entrata e uscita, utilizzo dei DPI) è raccomandata l'adozione di tutte le misure volte ad evitare assembramenti e a ridurre il tempo di permanenza nell'area di ricevimento, favorendo anche l'utilizzo di sistemi automatizzati di registrazione ed autorizzazione all'accesso. A tal proposito, i risultati della ricerca della Fondazione Saccone confermano che gli stessi clienti sarebbero favorevoli anche al controllo della temperatura all'ingresso, che rappresenterebbe un ulteriore espressione di accuratezza e cautela da parte dei responsabili alberghieri.

Il consumatore post covid-19. Fondazione Saccone

Il Piano Accoglienza Sicura pone l'attenzione ovviamente anche sull'esigenza di sanificazione periodica degli ambienti di lavoro, delle postazioni con relative dotazioni e delle aree comuni.


Le informazioni da recepire ed elaborare per poter ripartire in sicurezza in tutti i settori sono davvero tantissime. Per questo Maniola ha sviluppato un pacchetto di soluzioni per affrontare la ripartenza dedicato esclusivamente agli hotel e a tutte le strutture ricettive. Tutto quel che serve per garantire in tempi rapidi e sicuri il ritorno alla normalità, dal sanificatore portatile al tablet per la misurazione della temperatura corporea, utilizzabile anche per un più semplice controllo degli accessi.


Chiamaci al numero 081 1967 0143 o scrivici tramite il nostro form per i contatti


Altre soluzioni per l'industria al link https://www.maniola.net/covid-industria


Per leggere la ricerca della Fondazione Saccone https://www.fondazionesaccone.it/2020/05/15/il-consumatore-post-covid-19-i-risultati-della-ricerca-promossa-da-fondazione-saccone-federalberghi-e-confcommercio/

77 visualizzazioni